Il Quartiere Venezia

Il Quartiere Venezia

Un’isola circondata da canali con scalandroni che scendono verso gli approdi e poi le cantine: magazzini a pelo d’acqua che si perdono, in dedali sotterranei, sotto la superficie dei palazzi storici. Il Quartiere sorge sull’area della Fortezza Nuova (costruita a fine XVII sec) che si decise di smantellare per fare posto ai nuovi insediamenti urbani alla fine del XVIII sec. Il nuovo quartiere fu abitato principalmente da ricchi mercanti stranieri che testimoniarono la loro presenza con i palazzi signorili che lì costruirono e che sono tutt’oggi presenti e visitabili.

Così come la chiesa di S. Caterina, con la famosa pala di Giorgio Vasari e che, con i suoi 63 metri di altezza di vanto livornese, potrebbe contenere tutta la Torre di Pisa. Colpita duramente dai bombardamenti del ’43 è rimasto un quartiere abbandonato, o quasi, fino ai primi anni ’80. Il quartiere si anima trasformandosi in un palcoscenico suggestivo di luci e colori riflessi nell’acqua dei fossi durante la kermesse estiva di “Effetto Venezia” un appuntamento ormai codificato tra gli eventi nazionali che valorizza questo luogo magico e vivace, ricco di suoni e di colori con locali tipici e caratteristici, dove si fa musica, si chiacchiera e si può incontrare la meglio gioventù livornese.