Lo Scoglio della Regina

Lo Scoglio della Regina

Accarezzati dal vento di maestrale e accompagnati dalla presenza del vecchio orologio del Cantiere Luigi Orlando ci incamminiamo verso il lungomare di Livorno, su quella Promenade che nel corso del XIX secolo, rese la città una tra le mete turistiche estive più ambite e prestigiose. È proprio in questa zona chiamata della “Bellana” che nel Settecento, un certo Baretti, constatò le proprietà benefiche delle alghe del mare di Livorno. L’originale idea ebbe notevole fortuna e in poche anni la zona si riempì di piccoli stabilimenti balneari. Proprio qui, dietro un’alta cancellata, si ha l’accesso oggi allo “Scoglio della Regina” che divenne il primo “Bagno” di Livorno.

Chiamato così perché frequentato dalla Regina Maria Luisa d’Etruria. Per evitare la folla, la reggente era solita recarsi su questa scogliera, dove si era fatta scavare una vasca naturale, alimentata da acqua di mare e dove più tardi, nello steso luogo, sorse appunto lo stabilimento omonimo. In poco tempo, proprio tra la fine del XIX e l’inizio del XX sec. Livorno si guadagnò la fama di essere “il primo centro balneare della Toscana e la capitale Europea della vacanze estive”.