Il 5&5 e la torta

Il 5&5 e la torta

Sono i tre punti cardinali che identificano il genotipo livorniano. La prima è la Torta con la “T” maiuscola e non la “cecìna”. Quella livornese si identifica per una miscela di acqua-olio-farina di ceci fatta riposare per un tempo preciso ed infornata, in un forno a legna rovente, fino a formarci sopra una crosticina frastagliata, dove i grani di sale nero riposano in attesa di ricevere il primo morso che, senza tema di smentita, possiamo definire “memorabile.

I sapori che si mischiano restituiscono il giusto mix di croccantezza e morbidezza grazie anche alle due chance possibili: il “pan francese” cum grano salis sulla parte superiore oppure la più morbida schiacciatina e qui il mondo può finire assieme ma non senza un bicchiere di “Spuma Bianca”, che chiude correttamente la questione.